Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2009

In questi ultimi giorni o per dirla meglio dalla nascita della Repubblica Italiana,assistiamo alle continue scorribande e malefatte delle varie mafie del sud Italia senza che lo Stato affronti in nessun modo la situazione con il giusto peso.

Le motivazioni sono le solite,ovvero l’ inossidabile presenza della malavita nella politica e quindi in tutti gli enti statali dell’apparato amministrativo dello Stato che comporta,inefficenza,corruzione,spreco di soldi pubblici,quindi deficit,e debito pubblico alle stelle(ora al 107% del Pil),detto in poche parole è come se l’Italia vivesse con un cappio al collo pronto a soffocarci , e con un macigno legato alle proprie gambe,che ci impedisce di poter camminare come gli altri stati europei…tutto questo è giusto?Ovviamente no.

Delle volte penso a cosa potrebbe essere il sud Italia senza le varie Mafie,e dove sarebbe potuto arrivare se avesse potuto sfruttare le sue meraviglie attraverso il turismo come sta facendo la Spagna oggi,(59.2 millioni di turisti nel 2007 contro i nostri 43.7) che sta diligentemente utilizzando le montagne di miliardi di euro offerti dall’Unione Europea che tra l’altro sono anche i nostri….Quindi avete capito bene?
Incredibile ma vero, gli spagnoli utilizzando anche i nostri finanziamenti all’Europa sono riusciuti a creare un sistema turistico nettamente più ricettivo del nostro,sviluppando quindi aree che un tempo erano a dir poco deserte e disabitate.
E il nostro sud?che fine hanno fatto i nostro fondi Europei?Bè facile capirlo…Al clientelismo,e alle Mafie…
Siccome pure i muri sanno tutto ciò perchè nessuno batte ciglio?Perchè c’e così tanta indifferenza e omertà?dove vogliamo arrivare?

L’Italia pur essendo la settima potenza economica mondiale è sorretta dal solo sistema industriale del Nord che ha sempre aiutato con i propri soldi il “povero” sud e le isole,ma pensate se tutti quei soldi buttati nei tricarni meridionali fossero rimasti dove sono stati prodotti e sudati,utilizzandoli a migliorare le nostre scadenti infrastrutture e i nostri servizi?
Per questo sono molto felice della futura riforma del Federalismo fiscale che darà più responsabilità alle amministrazioni comunali,regionali e se non verranno eliminate le province a quelle provinciali.
Non so se tutti conoscono come funzionano ora i finanziamenti dello Stato agli enti locali;
attraverso la spesa storica,ovvero se la Calabria riceve 1000 nell 2007 e ne spende 1500, l’anno dopo avrà 1501,quindi gli amministratori sono liberi di sperpare i nostri soldi senza nessun problema e responsabilità,tutto ciò è inamissibile.
Il federalismo secondo me porterà responsabilità agli amministratori e i cittadini sapranno con chi incazzarsi se la strada è piena di buche o negli asili manca l’acqua potabile.

Questi funzionari del Sud sono come addormentati,anestetizzati dalla montagna e palate di euro che vengono gettati sulle loro teste e subito polverizzati come cioccolatini,questo circolo vizioso deve finire,e per fortuna finirà presto,nel giro di 12 mesi quando sarà approvata dal Parlamento la famigerata legge del Federalismo fiscale,chiesta anche dal Capo dello Stato si potrà pensare ad un nuovo Rinascimento Italiano,solo così potremo uscire dal pantano in cui siamo finiti e quindi poter concorrere con gli altri paesi europei con le stesse armi e stesse possibilità,se ciò non verrà effettuato, la decadenza dell’Italia sarà lenta e dolorosa…

Piero Signani

Annunci

Read Full Post »

economia-stagnante

L’agenzia Moody’s mantiene un giudizio AA2 sull’Italia e sui titolo di Stato italiani,giuidicati saldamente a prova di crisi.

Moody’s Corporation è una società con base a New York che esegue ricerche finanziarie ed analisi su attività commerciali e governati statali.Il rapporto definisce la forza economica italiana molto alta essendo la settima economia mondiale in assoluto e il quinto esportatore per volumi di beni manufatti (automobilistico, aerospaziale e difesa, meccanica di precisione, petrolchimica, armi da fuoco, elettricità, moda, lusso, alimentari) e un settore turistico molto dinamico.I problemi vengono a galla quando analizziamo il nostro debito pubblico destinato a superare il 120% del PIL nei prossimi anni;questo comporterà interessi molti alti che toccheranno circa i 100 miliardi di euro annui da buttare completamente nel cestino,pensate a quante cose potremo investire con quei soldi?

L’unico vantaggio che abbiamo rispetto agli altri paesi è l’indebitamento famigliare, il più basso nei paesi occidentali che può darci una mano per quanto riguarda i consumi interni ancora bassi a causa della bassa fiducia dei consumatori.

Confrontandoci con altri paesi non siamo messi poi così male,emblematica è una dichiarazione di Tremonti pochi giorni fa quando disse che “altri paesi ci avevano superato ed ora ci hanno superato in retromarcia”,è chiara l’allusione alla Spagna e anche al Regno Unito.Pensate che il tasso di disoccupazione in Spagna è ormai vicino al 20%,poveretti,la prossima volta ci penseranno 2 volte a  gridare al “sorpasso”.

Read Full Post »


Ieri è stato lanciato da un base mobile nell’oceano Pacifico il satellite militare italiano Sicral-1B,realizzato da Thales Alenia Space,anche l’Italia quindi fa parte di quel ristretto club di paesi muniti di satelliti di comunicazione specificamente militare di cui usufruirà anche la NATO.
Il satellite a bordo ha un sistema di elaborazione delle comunicazione più flessibile ed inoltre ha la capacità di identificare eventuali minacce esterne, come emissioni elettromagnetiche anomale, e di proteggersi.Il programma Sicral-1B è costato circa 240 milioni di euro.

Il satellite appena giunto nello spazio è stato catturato dal centro di controllo di Telespazio al Fucino che lo gestirà per l’intera vita di 13 anni, mentre ora ha già iniziato le operazioni di collaudo.
Non male quindi,l’Italia ha le capacità e le conoscenze per essere alla pari con colossi come gli Stati Uniti d’America,il futuro per il nostro paese sarà investire in RICERCA.

Read Full Post »

I finanziamenti raggiunti dell’ enorme macchina militare statunitense hanno raggiunto la bellezza di 651,163,000,000  USD nel 2009;per rendervi conto dell’enormità di capitali investiti dagli americani vi ricordo che l’Italia spende poco più di 41 miliardi di dollari annui,e l’intera Unione Europea messa insieme 312,259,000,000 USD.

E’ quindi indubbia la supremazia americana  in mare,terra, aria e pure spazio;la seconda potenza militare in fatto di spesa annua è la Cina con 70,242,645,000 USD ma assai indietro come tecnologia e capacità di mobilitazione rapida;non dimentichiamo che gli Stati Uniti dispongono di 10 portaerei classe Nimitz a propulsione nucleare,delle vere e proprie potenze militari mobili che hanno una capacità di attacco pari a certi paesi,come ad esempio il Belgio o l’Olanda.Posso trasportare la bellezza di 90 mezzi aerei e hanno un equipaggio di circa 5200 uomini.Hanno una lunghezza di quasi 331 metri e sono larghe 41,l’autonomia è illimitata,si calcola circa 25 anni non stop di navigazione avendo reattori nucleari;l’unico impedimento sono le scorte di cibo che possono durare fino a 3 mesi.A pieno carico le portaerei classe Nimitz possono raggiungere le 110.000 tonnellate.Una singola portaerei viene a costare circa 5 miliardi di dollari.

Questa è una piccola descrizione di una parte della US NAVY,vi siete mai chiesti chi possa fare il furbo in giro per il mondo?

Read Full Post »

Si avvicinano le elezioni europee del 6 e 7 giugno e spero vivamente che il PDL ,il PD e la Lega abbiano gruppi parlamentari forti e omogenei per tutelare gli inderogabili interessi italiani in Europa.

In Europa i parlamentari italiani non dovranno sostenere il proprio colore politico ma solo ed esclusivamente gli interessi italiani in Europa e nel mondo.Molte volte abbiamo assistito ad interventi ridicoli come quello di Vittorio Agnoletto,leader del movimento no-global fu eletto europarlamentare nel 2004 tra le file di Rifondazione Comunista nel quale esprime le sue preoccupazioni per delle autorizzazioni di gay pride in Polonia.Non penso che il problema degli omosessuali sia così importante per l’Italia ma c’e gente che preferisce difendere i gay pride sparsi per l’Europa che i nostri interessi nazionali.

Anche Silvio Berlusconi non fece bella figura nel suo unico intervento a Bruxelles abboccando alle provocazione di Martin Shultz poi definito dal Presidente del Consiglio un kapò di un lager nazista.Mi sarebbe piaciuto vedere come avrebbe risposto Gianfranco Fini ,sicuramente in modo più pacato e pungente.

Read Full Post »

Addio Shuttle?

Sempre più incerto il destino degli ultimi esemplari di Shuttle rimasti in attività.

Dopo la recente notizia che vede la NASA pronta a venderli per cifre stellari, si torna a parlare di un rinvio della meritata pensione. Fino al 2012 o, addirittura, fino al 2015, ad un prezzo non trascurabile. Il tutto per ridurre il gap tra il periodo di pensionamento dello Shuttle e l’ascesa delle nuove navicelle spaziali su cui punta l’ente aerospaziale per il proprio futuro.

Possibili ritardi sui piani previsti porterebbero ad incognite ed eventuali problemi che secondo le stime, se lo Shuttle verrà utilizzato sino al 2012, comporterà un costo pari a 5 miliardi di dollari, mentre per arrivare fino al 2015 il costo complessivo prevede ulteriori 11 miliardi di dollari.

Cifre considerevoli, che potrebbero influire sui piani che vedono il ritorno dell’uomo sulla Luna entro il 2020, di fatto annichilendo molte delle opzioni NASA.
Il problema da risolvere, certo non nuovo, è proprio il gap tra l’era Shuttle e quella di Orion e Ares I, i suo successori. In precedenza, lo staff di NASA aveva dichiarato di volersi avvalere dei voli in affitto del veicolo russo Soyuz, scelta aspramente criticata dai falchi di Washington.Un puzzle difficile da ricomporre, fatto di intricati intrecci politici ed economici.

Una cosa è certa: NASA ha bisogno di soldi. A ribadirlo è lo stesso Mike Griffin, amministratore di NASA, secondo il quale se non si troveranno ulteriori fondi, l’allungamento del programma dello Space Shuttle potrebbe coincidere con il ritardo delle campagne successive. Per cercare di dare una risposta a queste incognite, NASA sta sviluppando degli studi volti a comprendere quale sia la strada giusta da seguire. Qualche compromesso però sarà inevitabile.

fonte : http://punto-informatico.it/

Read Full Post »

Dopo l’immane tragedia che ha sconvolto l’Abruzzo e l’Italia intera,molti si chiedono e si interrogano se Giampolo Giuliani lo scienziato tecnico di laboratorio presso l’INFN dei Laboratori del Gran Sasso abbia veramente predetto questo terremoto su basi scientifiche e non su basi da stregoneria.

Ciò che è vero è che è stato denunciato per procurato allarme.

Ecco un video dove lo scienziato in un intervista di metà marzo parla di un temibile terremoto in arrivo.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: