Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2009

Non potevo non spendere 2 parole a riguardo della proposta leghista,ovvero aggiungere la croce sul nostro amato Tricolore.Credo che la proposta sia assolutamente provocatoria.

Prima di tutto l’articolo 12 della nostra Costituzione parla chiaro :

“La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.”

Sono convinto che la croce debba restare dentro le chiese e non essere utilizzata come mezzo di lotta politica o religiosa,servirebbe solo per aizzare gli animi dei fondamentalisti islamici sul nostro territorio e nel mondo.Lo Stato deve essere laico,abbiamo già la grande influenza del Vaticano che “mina” la libertà di coscienza in molti temi delicati.Molte volte la Lega le spara grosse,dimostrando poco rispetto verso una bandiera quella Italiana alla quale molte giovani vite hanno dato la vita dal 1861 ad oggi, e poca conoscenza della storia.Lo Stato e la chiesa sono entità differenti e come tali devono restare indipendenti l’una dall’altra,l’unione anche simbolica di queste entità può decretare la fine della laicità dello Stato,soprattutto in un paese come l’Italia dove gli equilibri sono alquanto precari.

Annunci

Read Full Post »

E’ passato un mese dall’elezione di Pierluigi Bersani a segretario del Partito Democratico e la linea politica del partito è rimasta la solita,caratterizzata dai soliti litigi interni fra ex democristiani ed ex comunisti,gli elementi di accordo fra le parti sono limitati a temi di rilevanza minima.Non metto in dubbio che l’idea iniziale di creare un partito riformista mi abbia entusiasmato e non poco soprattutto per il bene e il futuro dell’Italia al quale manca una vera sinistra riformista e lontana quindi dalla vecchia ideologia comunista.

Ma mettere daccordo democristiani e la vecchia nomenclatura comunista non è cosa così semplice,ne sanno qualcosa Veltroni e Franceschini,falciati dalla macchina da guerra Berlusconiana e dal baffino D’Alema il vero traghettatore e comandante in capo del PD.

Bersani sta scegliendo un profilo basso,spera di vedere implodere la maggioranza in questi mesi caldi,fra crisi economica e riforma della giustizia,cerca in qualche modo di fare “tombola”senza muovere un dito.Il più attivo nel contrastare la potenza mediatica Berlusconiana è sicuramente il “Trebbiatore” Di Pietro,che ha indetto una manifestazione anti-Berlusconi che credo servirà solo ad aizzare gli animi e nient’altro.

Insomma intravedo mesi difficili per l’ex comunista piacentino,non si sa bene come abbia placato gli animi dei democristiani dopo l’uscita di Rutelli,e soprattutto dopo lo smacco del PSE che ha preferito nominare una certa Lady Ashton ad alto rappresentante per la politica estera europea.

Non è difficile intuire che il peso del PD in Europa sia uguale a 0.

Read Full Post »

f_f1d24822b577a06dd03efda11e675cdb

Incredibile ma vero gli svizzeri passano alle contro-misure infatti verrà utilizzato un aereo senza pilota coadiuvato dalle forze aeree elvetiche per controllare eventuali minacce provenienti dall’Italia soprattutto dai  temutissimi agenti del fisco in borghese.

Scruterà da 3’000 metri di altezza il Ticino per le prime tre settimane di novembre, con particolare attenzione alla fascia di confine: per intercettare movimenti lungo la frontiera e impedire azioni illegali fanno sapere da Berna.

Inoltre gli elvetici fanno sapere che ricorreranno a tutte le risorse disponibili per salvaguardare la sicurezza del Ticino.

Tutto ciò mi sembra esagerato,utilizzare l’areonautica per sorvegliare i confini è un’azione militare oltraggiosa,l’Italia dovrà reagire e far sentire la sua voce,non possiamo farci spaventare da una nazione più piccola della Lombardia.

Read Full Post »

3723788902_0e52602d43

Dopo l’approvazione dello scudo fiscale e delle ultime perquisizioni della Guardia di Finanza in 76 filiali di banche svizzere,il paese elvetico si sente chiaramente sotto tiro,in un periodo di vacche magre come questo razzolare un pò di miliardi freschi per le disastrate casse italiane è positivo.Il problema è più ampio quando si viene a sapere che nella sola piazza finanziaria ticinese ci siano circa 600 miliardi di euro che potrebbero essere prosciugati in poco tempo,arrecando danni di non poca rilevanza all’economia del catone di lingua Italiana.Il Presidente della Conferedazione Merz ha dichiarato di non volere chinare la testa alle grandi nazioni e pretende rispetto.La pressione della GDF nei confini italo-svizzeri sta aumentando,speciali furgoni muniti di telecamere sono stati piazzati per leggere le targhe;il comune di Chiasso ha dato ordine ai cittadini di avvertire un eventuale presenza di agenti del Fisco Italiano in territorio elvetico.

La Svizzera non si era mai sentita così braccata,e questa situazione fa capire la difficile situazione economica che sta attraversando l’Italia,il debito pubblico è aumentato e Tremonti è accerchiato da quasi tutti i ministeri muniti di portafoglio,dallo Sviluppo Economico ai Trasporti,insomma c’e bisogno di denaro e anche tanto.

Secondo le stime dei palazzi romani lo scudo fiscale potrebbe iniettare nell’economia italiana circa 300 miliardi di euro, direttamente nelle casse dello Stato 5 o 6 miliardi di euro.Questa misura si può considerare “Una Tantum” e non di certo di lungo respiro,e questo mi fa pensare quanto la nostra situazione sia grave.

Berlusconi deve rendersi conto che continuare a parlare di riforma della giustizia in un periodo di crisi economica come questa è assurdo e controproducente,la priorità è concentrarsi su come risolvere i problemi dell’economia italiana inziando a programmare delle riforme strutturali ormai rimandate da decenni,il tempo degli spot è finito,i finiani sono pronti al ribaltone e una possibile condanna al processo Mills potrebbe rendere instabile il panorama politico italiano.La gente vuole riforme economiche,vuole lavoro,e con il tempo si stuferà di questa guerra con la magistratura e Fini ne è consapevole.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: