Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2009

728px-GreaterItalia

Il sogno(o chiodo fisso) di Benito Mussolini fu quello di essere padrone del Mediterraneo come ai tempi dell’antica Roma,infatti nel 1934 in un discorso a Taranto davanti alla flotta navale italiana,dichiarò apertamente che “il Mare Nostrum non poteva essere il carcere che umilia il nostro vigore di vita”..Non aveva tutti i torti visto che tale situazione si sta ripetendo piu di 70 anni dopo.

In questi ultimi anni si sta delineando una nuova “battaglia” per gli interessi in gioco nel Mediterraneo,gli accordi bilaterali con la Russia di Putin per quanto riguarda il gasdotto South Stream hanno urtato la sensibilità inglese(pure tedesca e francese) sempre rivolta a quel che succede nel Mare Nostrum,crocevia di importanti scambi commerciali e strategicamente importantissimo.Questa preoccupazione è stata espressa anche dal nostro Ministro degli Esteri Frattini che ha puntato il dito contro “forze oscure” che cercano di approfittare degli scandali su Berlusconi per indebolire la concorrenza italiana sul piano internazionale.

Come mai, ha detto Frattini, l’Italia viene spesso criticata per il progetto di South Stream, mentre Gran Bretagna e Germania sfuggono alla censura per l’analogo piano del gasdotto North Stream, che taglierebbe fuori gli stati baltici? «Se cerchi di indebolire l’immagine dell’Italia, fai un gioco sleale»

E’ lampante la pressione e la preoccupazione di Francia,Germania e Gran Bretagna verso l’Italia,allarmati di vedere un’Italia troppo indipendente dall’Europa(ma dipendente dalla Russia) per quanto riguarda la fornitura di energia,visti anche gli accordi privilegiati con la Libia di Gheddafi.

L’Italia è geograficamente in mezzo al Mediterraneo e ciò che portò la Roma antica ad essere padrona incontrastata dell’allora mondo conosciuto fu il dominio del Mare Nostrum.

Read Full Post »

obama_berlusca_medved_n

Berlusconi si sente ormai accerchiato sia in Italia che in Europa,al Cavaliere sono” rimasti”gli  amici americani e russi totalmente indifferenti alle vicende nostrane, a loro importa rispettare i patti in Afghanistan e acquistare il gas russo.Il problema è che noi siamo in Europa e non un’ isola a parte,il nostro ministro Franco Frattini sta cercando di buttare acqua sul fuoco parando colpo su colpo gli affondi di Berlusconi molte volte esagerati e controproducenti.L’ultima conferenza stampa al vertice Italo-spagnolo è stata imbarazzante,non si può pensare di affrontare discorsi su prostitute e sesso a pagamento quando nel mondo c’e in atto una crisi senza precedenti,bisognerebbe mostrare rispetto alla carica di Presidente del Consiglio di un paese come l’Italia,risolvere questo problema una volta per tutte.Il Cavaliere è consapevole di ciò e da una posizione apparentemente passiva dettata dalle “colombe” di Roma(vedi Gianni Letta)si è passato al contrattacco guidato dal” falco” Ghedini.

Il vortice che sta coinvolgendo i palazzi romani è a livelli di guardia,soprattutto nel vedere un Fini ormai seccato da queste vicende e preoccupato per la deriva del partito definito una “caserma”.L’unica cosa sicura è che sarà un autunno molto caldo,la sentenza della Corte Costituzionale sul Lodo Alfano è uno spauracchio troppo pericoloso per Berlusconi.

Read Full Post »

Lo scontro a cui stiamo assistendo in questi ultimi giorni è sicuramente emblematico e ci fa capire quanto il potere mediatico di Berlusconi e quello “spirituale” della Chiesa possano entrare in contrasto nella “giungla” della politica italiana,composta da pochi nuclei di potere che come ho già detto possono in certi casi scontrarsi,rompendo la linea di complicità creata ad arte per tenere in equilibrio il sistema,ovvero Stato(Berlusconi—>Media) e Chiesa.(Patti Lateranensi è il nome con cui sono noti gli accordi di mutuo riconoscimento tra il Regno d’Italia e lo Stato della Città del Vaticano sottoscritti l’11 febbraio 1929).

24_02_1929_anteriore

In questo caso tutto è partito dall’attacco del nuovo direttore de “Il Giornale” Feltri,”posizionato” da Berlusconi per sostituire lo spento Giordano più adatto a dirigere i nudi di Studio Aperto che un giornale un tempo diretto da Idro Montanelli.Feltri ha lanciato subito una campagna di attacchi contro il giornale cattolico Avvenire che ha sempre  attaccato faziosamente le scelte del governo in materia di immigrazione e deriso le abitudini private del Presidente del Consiglio.La sferzata ordinata dal Cavaliere è andata in porto costringendo il direttore Boffo alle dimissioni(per le accuse di molestie sessuali),avvisando quindi indirettamente il Vaticano di cosa è capace la macchina mediatica Berlusconiana,rompere l’equilibrio creato da Mussolini è pericoloso e a Roma lo sanno tutti.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: